CIVILTA’ STRADALE

“Civiltà stradale” Tema rifiuti

La campagna sui rifiuti che sta per incominciare si articolerà in tre momenti, che fanno leva su quei fattori che abbiamo ritenuto possano “fare breccia” nella mente dei destinatari del messaggio.

Il primo concetto su cui faremo leva è quello legato al senso di civiltà, inteso come vergogna derivante dal fatto di non aver rispettato una regola sociale (oltre che giuridica).

Per la seconda immagine della serie, abbiamo immaginato di fare leva sulla sanzione amministrativa, piuttosto elevata, prevista per chi abbandona rifiuti lungo la strada.

Per l’ultima immagine punteremo nuovamente sui “sentimenti”, legando l’abbandono dei rifiuti all’abbandono di un cane.

L’obbiettivo è quello creare una metafora che faccia leva sui sentimenti che ci connettono con il mondo e la natura, sul senso di protezione delle cose preziose (nella metafora, il cane e l’ambiente, inteso come bene comune di altissimo valore).

Alla campagna saranno associati uno o più messaggi radiofonici che, modulati in base alle esigenze, sottolineeranno gli effetti negativi dell’atto di abbandonare i rifiuti lungo la strada.

Effetti dannosi per l’ambiente e anche per la collettività, in quanto comportano un aumento dei costi di gestione delle strade, costi inutili che – a causa del comportamento scorretto di un singolo – si riversano, appunto, sulla collettività.

Nell’immagine è ritratto un automobilista intento a lanciare un sacco di spazzatura all’interno di una area di sosta per emergenza, visibilmente già utilizzata come discarica abusiva a cielo aperto.

La soluzione che abbiamo ritenuto di offrire ” è quella di compiere un gesto logico e semplice, come usare la pattumiera per gettare i propri rifiuti.

 


Parte oggi la campagna di sensibilizzazione contro l’uso del cellulare alla guida

Secondo recenti studi, tre incidenti stradali su quattro avvengono a causa della distrazione. L’uso del telefonino, nello specifico, è tra le prime cause di distrazione alla guida.

Alla luce di queste considerazioni, Astral Infomobilità ha deciso di lanciare una campagna di sensibilizzazione contro le distrazioni alla guida legate all’uso dei cellulari.

La campagna si inserisce all’interno del progetto “Civiltà stradale”, e si pone come obbiettivo quello di spingere gli automobilisti a rimanere concentrati, evitando di usare lo smartphone durante la guida.
Quando usiamo il telefonino, infatti, ci distraiamo per alcuni secondi, durante i quali l’auto rimane priva di controllo e percorre decine o centinaia di metri: in quel lasso di tempo potrebbe succedere di tutto.

La campagna, che sarà declinata attraverso tre immagini differenti, punta a far comprendere all’automobilista che l’uso del telefonino durante la guida può avere gravissime conseguenze, per sé e per i propri affetti.
Il modo migliore per esprimere il proprio affetto alla persona che ci telefona o scrive un messaggio è quello di rimanere concentrato sulla guida e non rispondere.
In parole povere, se tieni a te stesso e ai tuoi affetti, quando sei alla guida non ti distrarre: tieni le #manisulvolante.

 


Rispetto dei limiti di velocità, parte oggi la campagna di sensibilizzazione di Astral Spa in collaborazione con le Regione Lazio

Il rispetto dei limiti di velocità inteso come tutela della persona, degli affetti e dei beni: questo lo scopo della campagna di sensibilizzazione di Astral Spa, in collaborazione con la Regione Lazio, che, da oggi, prende il via su tutti i social network e siti istituzionali. Sono tre le immagini a supporto della campagna, diversi per contenuti visivi e semantici, ma chiari e diretti sul messaggio da trasmettere all’automobilista: guidare nel rispetto dei limiti di velocità.

Immagini forti accompagneranno, di settimana in settimana, il claim scelto per veicolare il messaggio.

“La sicurezza non ha prezzo” è il primo e concentra l’attenzione sulla decurtazione dei punti patente, con il riferimento alla norma di legge, sullo sfondo di un volto sfregiato di una giovane donna.

La riflessione del concetto di costo sociale e materiale è così sintetizzato con la metafora che associa, attraverso l’immagine, i punti di sutura, quale conseguenza di un incidente, ai punti decurtati dalla patente, come sanzione accessoria per il mancato rispetto dei limiti di velocità, attraverso il richiamo alla norma del Codice della Strada.

L’obiettivo è, quindi, quello di sensibilizzare gli utenti della strada sollecitandoli anche con l’hashtag #chicorrepaga e la domanda “Quanto sei disposto a pagare?”, in termini non solo fisici, attraverso l’utilizzo di immagini di soggetti feriti e deturpati, tuttavia ancora vivi.

 

 


 

Incendi, parte la campagna contro il lancio di sigarette accese e la piromania 

L’attenta analisi delle dinamiche che provocano gli incendi, che stanno distruggendo migliaia di ettari di macchia mediterranea nel Lazio, evidenzia che le cause principali che generano l’insorgere delle fiamme sono il lancio di sigarette accese e la tendenza compulsiva e patologica di appiccare fuochi, ovvero la piromania.

Davanti al disastro che si compie, ormai, quotidianamente, la Regione Lazio ha deciso di promuovere una campagna di sensibilizzazione, contro il lancio di sigarette accese e la piromania, con l’obiettivo di creare le basi di una coscienza civile orientata al contenimento di un fenomeno che sta assumendo dimensioni preoccupanti. 

Astral Infomobilità veicolerà sulle pagine istituzionali e i social network una campagna contro il lancio di sigarette accese.

La prevenzione degli incendi è il tema centrale dell’attività informativa che Astral Infomobilità ha ideato per sensibilizzare, incentivare e promuovere la consapevolezza e la cultura che gli uomini e la natura appartengono allo stesso contesto naturale. Per riuscire a trasmettere e instillare compiutamente questo concetto basilare è necessario puntare l’attenzione sui comportamenti non corretti che, più o meno intenzionalmente, generano pericolo e distruzione. Per tale ragione, la campagna di comunicazione si concentra sulle due cause scatenanti della ricorrente calamità degli incendi: il lancio delle sigarette accese dal finestrino dell’auto e la piromania.

L’Amministratore Unico 

Ing. Antonio Mallamo

 

You may also like...